CCCP Svegliami


Tema particolare e di difficoltà rilevante: siamo negli anni ’80, un po’ il medioevo della musica contemporanea leggera e non. Non è retorica. Ecco le canzoni: il disco apre con i 56 secondi di un bizzarro estratto live “Il testamento del capitano”, il cui significato forse si avvicina al fatto che siamo numericamente al quinto disco, fra Ep e Album ufficiali, “che lo ricopran di rose e fior” ..traccia praticamente inutile.
“Svegliami” è invece molto interessante, il capolavoro del disco, nella sua atmosfera sognante ed epica con Giovanni Lindo Ferretti che ci offre una toccante panoramica del periodo, “Intanto Paolo VI non c'è più/È morto Berlinguer/Qualcuno ha l'AIDS/Qualcuno il PRE/Qualcuno è POST senza essere mai stato niente” e la voglia di svegliarsi in “questa età di mezzo”...continua debaser.it



cd consigliato:


Ti è piaciuto questo post?
Seguimi: 


Pin It button on image hover