Darwin non piace al governo turco: censurati i siti internet sull’evoluzione (e molto altro)


Charles Darwin non era certo amato dai capi e dai ministri delle confessioni cristiane, ma cercò di conciliare le sue scoperte, le sue osservazioni scientifiche e poi la sua teoria dell'evoluzione e dell'origine degli esseri umani con la sua fede. Altrettanto non sono disposti a fare gli integralisti cristiani e quelli musulmani, nemmeno nella Turchia del "moderato" governo islamico che dal 22 novembre ha istituito un nuovo "Internet Sicuro", un sistema di filtraggio dei siti "scandalosi". La versione in gran parte non filtrata di Internet è ancora disponibile per la popolazione adulta, ma il nuovo sistema offre due filtri che prima non esistevano: un "Child Profile" ed un "Family Profile". Qualche settimana fa, Bianet, il sito turco di informazione in rete dell'Alternatif Bilisim Dernegi (Associazione per l'informatica alternativa), ha scoperto che «L'accesso è negato a tutti i siti internet riguardanti l'evoluzione  ... continua greenreport.it
Pin It button on image hover