La grande morìa dei negozi sottocasa. E i commercianti fanno il porta a porta

GIÙ LA SARACINESCA.
Stretti tra una crisi che non dà segni di remissione e la moltiplicazione dei centri commerciali, i negozi chiudono i battenti al ritmo di decine di migliaia all'anno. Un problema economico e sociale, visto che entro il 2011 ci saranno per questo 150mila nuovi disoccupati. Ecco come i negozianti che perdono l'attività tentano di riconvertirsi nelle vendite a domicilio e nell'ambulantato



I consumi, secondo i dati della Confesercenti, vanno peggio delle previsioni e la ripresa tarda. Il risultato è un forte restringimento del numero di esercizi in attività. Il negoziante che fallisce, se può, si ricicla nelle vendite a domicilio o nel commercio ambulante, entrambi fenomeni in crescitaROMA - In quello che per dodici anni è stato il negozio di informatica di Giulio Credazzi, a Roma, non c'è solo una saracinesca chiusa, ce ne sono tre. Perché era un negozio grande, e con molti dipendenti. A un certo punto, però, le cose non sono andate più bene...continua Repubblica.it
Pin It button on image hover