Recessione più misure di austerità ecco la miscela che avvelena l'Europa

domanda interna nei vari Paesi è frenata dai tagli alle spese e dalle tasse. Timori per le prossime aste. Anche il resto del mondo soffre e non c'è la possibilità di contrastare la crescita negativa con l'export. Le situazioni dei paesi europei più in difficoltà



RECESSIONE più austerità. E' la miscela micidiale che rischia di avvelenare il 2012 dell'Europa e che, già ora, coagula il pessimismo degli osservatori. Fra gli analisti, molti prevedono che uno o più Paesi usciranno dall'euro entro i prossimi dodici mesi. Si sta per aprire, infatti, un circolo vizioso. Poiché anche il resto del mondo fa fatica, non c'è la possibilità di contrastare la recessione con un rilancio delle esportazioni.

Il motore della ripresa dovrebbe essere la domanda interna, ma l'austerità (meno spese e più tasse) punta precisamente a ridurla. Dovrebbero essere i Paesi più forti, come la Germania, ad assumere il ruolo di locomotiva, con un ruolo di espansione della domanda, ma, oggi, questa è una prospettiva al di fuori dell'orizzonte di Berlino...continua Maurizio Ricci
Pin It button on image hover