Gli USA temono gli hacker; Anonymous - Secondo la National Security Agency, in prospettiva gli Anonymous potrebbero diventare una autentica minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti d'America


Sì, gli Anonymous possono rappresentare un pericolo concreto. Ad esprimere la sentenza è il direttore della National Security Agency, gen. Keith Alexander, il quale ha riferito in un meeting alla Casa Bianca tutta la propria preoccupazione per quel che potrebbe accadere in caso di attacco.
Il rischio non sarebbe imminente, ma sarebbe comunque concreto. Secondo la NSA oggi gli Anonymous non hanno ancora la potenza di fuoco necessaria per mettere in pericolo elementi strategici per la sicurezza degli Stati Uniti d’America   ... continua webnews.it

Anonymous, attaccato il sito di Miss Padania

Dopo l’attacco nei confronti delle pagine Web di Maurizio Paniz e Raffaele Fitto, gli Anonymous hanno scelto un obiettivo parimenti simbolico, ma quantomeno più gradevole alla vista: la “legione” ha defacciato il sito di Miss Padania.


Segue la firma canonica del movimento, il mantra che accompagna tutte le iniziative della “legione”:
We are Anonymous.
We do not forgive.
We do not forget.
Expect us

  ... continua webnews.it

L'Italia sta per cedere la propria sovranità economica.Violando la Costituzione



Palermo Report - intervista a Lidia Undiemi sulla questione economica



Iran, stop al petrolio a Inghilterra e Francia Da Teheran rappresaglia contro le sanzioni: le importazioni verso l'Europa ammontano a 700 mila barili al giorno


L'Iran sospenderà la vendita di petrolio alle compagnie inglesi e francesi. Lo ha annunciato il portavoce del ministero dell'energia di Teheran, Alireza Nikzad.
RAPPRESAGLIA ALL'EUROPA
«Venderemo il petrolio a nuovi clienti», cita il comunicato pubblicato sul sito internet del ministero. E secondo alcune indiscrezioni, Cina, Russia e Turchia sarebbero fra i paesi indicati. È la risposta alla decisione dell'Unione Europea di sospendere le importazioni di greggio dall'Iran.





restaurant_468x60.gif

Chiuso il sito sul Vajont. «Offende due deputati»


Ha bloccato il sito e ha intimato a tutti i provider italiani, 226, di impedirne l' accesso agli utenti. Il giudice per le indagini preliminari di Belluno Aldo Giancotti non ha usato mezze misure. Così da ieri il portale www.vajont.info, che racconta tutta la storia del disastro del 1963 costato la vita a duemila persone, non esiste più sui nostri computer. Tutto per una presunta ingiuria nei confronti dei deputati del Pdl Domenico Scilipoti e Maurizio Paniz. Tutto per una frase decisamente antipatica e volgare verso i due deputati del Pdl che ha spinto proprio l' onorevole Paniz a sporgere più di una querela nei confronti del titolare del sito, un bellunese di 54 anni.  ... continua webnews.it

Anonymous ha attaccato il sito della Cia, e non solo

http://images.vanityfair.it
Il gruppo di hacker di Anonymous è diventato suo malgrado uno dei simboli della rivolta contro i grandi potentati e le lobby finanziarie. Li si potrebbe definire gli indignados del web. La figura dell’hacker ha avuto sempre un alone romantico, geni informatici che senza alcun fine che non sia, apparentemente, provare la loro bravura attaccano i siti delle grandi multinazionali. Questa volta Anonymous ha puntato in alto, ha colpito il sito della Cia.  ... continua haisentito.it

Symantec beffata dagli hacker "50mila dollari per il vostro codice"


UN CASO tutto particolare di pirateria informatica quello che ha visto protagonisti Symantec, produttore di famosi antivirus e di PcAnywhere, e un gruppo di hacker indiani di Bombay, non identificati, che però dichiarano di essere affiliati a Anonymous. E che hanno contattato l'azienda dichiarando di aver messo le mani sul codice sorgente di entrambi i programmi, e minacciano di renderlo pubblico. A questo punto inizia un piccolo giallo. All'inizio sembra che siano gli hacker a chiedere un "riscatto" per il codice ma dal carteggio pubblicato online sembra essere Symantec ad offrire 50mila dollari per il rilascio.   ... continua repubblica.it

Tagli e tasse invece di riforme, così la cura greca della troika crea recessione e gonfia il debito

Per il vecchio continente è di nuovo recessione, che potrebbe sfociare in grave depressione. In queste condizioni, intestardirsi in politiche deflattive è suicida. La "riforma" europea carica tutto il peso dell'aggiustamento sui Paesi in deficit e non impone nulla a quelli in surplus. In più, le risorse messe in campo nulla possono contro la potenza di fuoco illimitata dei mercati.

di Marcello De Cecco, da Repubblica, 12 febbraio 2102

Un sondaggio del quotidiano greco Katimerini attribuisce al partito Nuova democrazia il 31% dei voti alle elezioni di marzo prossimo e al Pasok di Papandreu l'8%. In mezzo, con più del 30%, alcuni partiti di sinistra contrari alla soluzione per il rifinanziamento del debito greco votata ieri dal governo e che oggi si dice anche il Parlamento approverà. ....

I figli dei poveri restano poveri, quanto è ingiusta l'Italia

I livelli di ingiustizia sociale, intesa come mancata redistribuzione del reddito, in Italia sono sopra alla media dei Paesi Ocse. E il nostro Paese è fra quelli in cui il salario del padre è più determinante per il futuro del figlio. Insomma l'ascensore sociale è bloccato. «È difficile a un figlio di operai – come ero io e lo ero molto felicemente – fare alcunché di diverso (oggi, in questo tempo terribile), da ciò che fa il padre; così come è difficile, se non si nasce ricchi, diventarlo, ricco» scrive Giulio Sapelli, docente di economia politica e storia economica all’Università Statale di Milano commentando i dati raccolti da Linkiesta.   ... continua linkiesta.it (guarda i grafici)

Infografica – Ecco perché i ricchi diventano sempre più ricchi

Infografica – Siamo sempre più poveri ma intanto i ricchi aumentano

Infografica – Stato povero e famiglie ricche: ecco l’Italia

Nigel Farage, la verità ci rende liberi


Nigel Paul Farage (Farnborough, 3 aprile 1964) è un politico britannico, leader dell'UKIP, ruolo che ha precedentemente ricoperto dal settembre 2006 al novembre 2009. Deputato europeo, è co-presidente del gruppo Europa della Libertà e della Democrazia dal 1 luglio 2009.
Cenni biografici
Farage si istruì al Dulwich College prima di entrare in una società londinese di brokeraggio di merce. Esercitò la propria attività di intermediazione dai primi anni 90 fino al 2002. Gli fu diagnosticato un cancro ai testicoli ma si riprese completamente.
Farage è stato sposato due volte
  ... continua
Wikipedia


L'unico UOMO libero che siede al parlamento europeo ... il resto traditori del popolo europeo ... vanno processati per ALTO TRADIMENTO.

Wikimedia Commons
Sito personale
su Facebook

Reporter senza frontiere crea '"siti specchio" per combattere la censura online



Filtraggio, attacchi con blocco dei servizi web, contenuti rimossi: i censori possono utilizzare molti metodi differenti per mettere a tacere i siti d’informazione online. Oltre a richiamare l’attenzione su questi atti di censura e a fornire alle vittime assistenza legale, materiale e finanziaria, Reporter senza frontiere ha ora deciso di fornire loro anche assistenza tecnica.

Per far sì che i siti d’informazione indipendenti oggetto di cyber-attacchi e blocchi governativi possano continuare a pubblicare le informazioni online, Reporter senza frontiere ha lanciato una nuova iniziativa e ha dato inizio alla duplicazione dei siti, creando dei siti speculari (mirror sites) a quelli originali. I primi siti duplicati sono quelli della rivista ceca Dosh e del quotidiano dello Sri Lanka Lanka e-news  ... continua  http://rsfitalia.org

Un ex capo FBI avverte: fermare subito le scie chimiche nei cieli

Chi parla è un ex capo FBI,

e parla, il video è datatato 12.1.11, sintesi di traduzione:

"Le scie della morte, ovvero le scie chimiche, sono gettate e sprizzate in tutti gli USA, l'Inghilterra, Scozia, Irlanda Europa del nord. Le ho viste personalmente non solo negli Stati Uniti ma anche in Messico e Canada. Gli uccelli stanno morendo nel mondo. I pesci stanno morendo a centinaia e migliaia nel mondo. Questo è genocidio. Questo è veleno. Questo è omicidio perpetrato dagli Stati Uniti: questo elemento all'interno della nostra società che lo sta facendo, deve essere fermato.

....

Sono Ted Gunderson. Per altri dettagli: aircrap.org. Monitoraggio dell'avvelenamento pianificato della umanità.

Former FBI Chief Ted Gunderson Says Chemtrail Death Dumps Must Be Stopped


Former FBI Chief, Ted L. Gunderson, makes a statement regarding the chemtrail "death dumps", otherwise know as air crap, on January 12, 2011. Ted says the following: "The death dumps, otherwise known as chemical trails, are being dropped and sprayed throughout the United States and England, Scotland, Ireland, and Northern Europe. I have personally seen them not only in the United States, but in Mexico and in Canada. Birds are dying around the world. Fish are dying by the hundreds of thousands around the world.   ... continua  http://www.aircrap.org.

Ora la legge anti corrotti

di Raffaele Cantone, da L'Espresso, 10 febbraio 2012

Sono passati vent'anni esatti da quel 17 febbraio del 1992 quando, con l'arresto in flagranza dell'ingegnere Mario Chiesa, cominciarono le indagini di Tangentopoli. Tante cose sono accadute in Italia in questi anni, ma nessuno si azzarderebbe oggi a dire che la corruzione è stato debellata o quanto meno riportata entro i confini fisiologici tipici delle democrazie occidentali.


Se ci si limitasse alle sole statistiche giudiziarie, il quadro sembrerebbe roseo; si è passati, ad esempio, dalle 1.700 condanne per corruzione del 1996 alle 236 del 2006. Ben diverso, però, è quanto ci dicono gli attendibilissimi dati forniti dagli organismi internazionali. Secondo una rilevazione del 2010 del "Global corruption Barometr" di Transparency international, il 13 per cento dei cittadini ha dichiarato di aver pagato nell'anno precedente tangenti (contro una media europea del 5 per cento) e dati molto simili sono stati forniti dall'Eurobarometro nel 2009. ....

Madrid: manifestazioni per il giudice Garzon


Centinaia di persone hanno manifestato a Madrid a favore di Baltasar Garzon, il giudice che nel 2008 volle un’inchiesta sulla scomparsa di oltre 100mila persone sotto la dittatura franchista.

Ieri il Tribunale Supremo ha deciso il suo allontanamento per 11 anni dall’Audiencia National di Madrid  ... continua it.euronews.net

Pfizer multata, non vuole concorrenza sul glaucoma


ictobserver.files.wordpress.com
Multata per 10 milioni di euro dall’Antitrust. La multinazionale farmaceutica Pfizer avrebbe abusato della propria posizione dominante nel mercato dei farmaci per la cura del glaucoma, ostacolando l’ingresso ...



  ... continua linkiesta.it

«Cocaina, il consumo eccessivo può avere influito sulla crisi dei mercati»


L'uso di cocaina da parte di operatori del mondo della finanza può aver avuto un ruolo nel dispiegarsi della crisi che ha colpito i mercati. A spiegarlo è il direttore dell'Istituto di scienze farmacologiche Mario Negri di Milano, Silvio Garattini. Uno dei principali effetti dello stupefacente, ha spiegato lo studioso all'agenzia AdnKronos, è l'alterazione della percezione del rischio, la cui valutazione è una componente essenziale del lavoro dei professionisti grazie ai quali funzionano i mercati dei capitali.  ... continua ilsole24ore.com

Eric Clapton: cocaine

La cannabis per uso medico blocca i processi degenerativi dei neuroni


Ormai da diversi anni ricercatori e medici discutono sul possibile uso della canapa indiana e dei suoi derivati per scopi terapeutici in diverse patologie neurologiche come, ad esempio la sclerosi multipla ed i traumi cranici e del midollo spinale.

Nonostante le evidenze cliniche, tuttavia, non sono stati adeguatamente chiariti i meccanismi attraverso cui i principi attivi contenuti nella Cannabis svolgano un’azione neuroprotettiva.   ... continua you-ng.it

Black Uhuru - Sinsemilla

I massoni e la sinistra italiana - Il Gruppo Bilderberg

di Andrea Cinquegrani – tratto da "La Voce della Campania"


Il Gruppo Bilderberg nasce nel 1952, ma viene ufficializzato due anni più tardi, a giugno del 1954, quando un ristretto gruppo di vip dell’epoca si riunisce all’hotel Bilderberg di Oosterbeek, in Olanda. Da quel momento le riunioni si sono svolte una o due volte all’anno, nel più totale riserbo. In occasione di una delle ultime, nella splendida e appartata resort di Sintra, in Portogallo, il settimanale locale News riportò una notizia secondo cui il Governo avrebbe ricevuto migliaia di dollari dal Gruppo per organizzare «un servizio militare compreso di elicotteri che si occupasse di garantire la privacy e la sicurezza dei partecipanti». ...

DAL PANFILO ALLA CRISI (PARTE 5). Nessuno parlò mai del Britannia?

Queste sono le poche dichiarazioni di allora, sul “Britannia Gate” reperite nell’archivio storico di Repubblica, grazie al prezioso lavoro di Antonella Randazzo, scrittrice del libro “Dittature. La storia occulta” e massima esperta italiana sui fatti del Britannia.


Nel gennaio del 1996, nel rapporto semestrale sulla politica informativa e della sicurezza, il Presidente del Consiglio Lamberto Dini disse:
I mercati valutari e le borse delle principali piazze mondiali continuano a registrare correnti speculative ai danni della nostra moneta.."

FONTI
  • Antonella Randazzo. “Dittature. La Storia Occulta” (Edizione Il Nuovo Mondo, 2007).
  • La Repubblica , 27 maggio 1992.
  • La Repubblica , 28 maggio 1992.
  • La Repubblica , 10 giugno 1992.
  • La Repubblica , 23 giugno 1992.
  • La Repubblica , 23 giugno 1992.
  • La Repubblica , 25 giugno 1992.
  • La Repubblica , 27 maggio 1992.
  • La Repubblica , 11 agosto 1992.
  • La Repubblica , 5 settembre 1999.
  • L’Unità, 12 agosto 1992.Solidarietà, anno IV n. 1, febbraio 1996.
  • Servizio per le Informazioni e la Sicurezza Democratica , Rivista N. 4 gennaio-aprile 1996.
  • Solidarietà, anno 1, n. 1, ottobre 1993.
  • Esposto della Magistratura contro George Soros presentato dal Movimento Solidarietà al Procuratore della Repubblica di Milano il 27 ottobre 1995.
  • reti-invisibili.net
  • disinformazione.it
  • europeanphoenix.com/it
  • luogocomune.net


shopping_468x60

DAL PANFILO ALLA CRISI (PARTE 4). La triste storia delle privatizzazioni

Tutte le privatizzazioni avvennero senza regole precise e a prezzi di favore. Con il decreto legislativo 79/99 si permisero le privatizzazioni delle aziende energetiche. Nel settore del gas e dell’elettricità apparvero numerose aziende private, oggi circa 300, principalmente a capitale straniero.
Il 24 febbraio del 1998, anche le Poste Italiane diventarono una S.p.a. In seguito alla privatizzazione delle Poste, i costi postali sono aumentati a dismisura e i lavoratori postali vengono assunti con contratti precari. Oltre 400 uffici postali sono stati chiusi, i disservizi sono aumentati a raffica però sono nati i corner di Poste Shop, angoli nell’edificio delle Poste in cui vengono venduti cd, matite, cellulari, materiale per imballaggio. Le Poste sono diventate soltanto un luogo in cui vendere, prima erano concepite per offrire un servizio. Di tutto ciò ne sa qualcosa Corrado Passera, attuale superministro, allora Amministratore Delegato di Poste Italiane.
Le nostre autorità giustificavano la svendita delle privatizzazioni dicendo che si doveva “risanare il bilancio pubblico”


FONTI:
  • Antonella Randazzo. “Dittature. La Storia Occulta” (Edizione Il Nuovo Mondo, 2007).
  • La Repubblica , 27 maggio 1992.
  • La Repubblica , 28 maggio 1992.
  • La Repubblica , 10 giugno 1992.
  • La Repubblica , 23 giugno 1992.
  • La Repubblica , 23 giugno 1992.
  • La Repubblica , 25 giugno 1992.
  • La Repubblica , 27 maggio 1992.
  • La Repubblica , 11 agosto 1992.
  • La Repubblica , 5 settembre 1999.
  • L’Unità, 12 agosto 1992.Solidarietà, anno IV n. 1, febbraio 1996.
  • Servizio per le Informazioni e la Sicurezza Democratica , Rivista N. 4 gennaio-aprile 1996.
  • Solidarietà, anno 1, n. 1, ottobre 1993.
  • Esposto della Magistratura contro George Soros presentato dal Movimento Solidarietà al Procuratore della Repubblica di Milano il 27 ottobre 1995.
  • reti-invisibili.net
  • disinformazione.it
  • europeanphoenix.com/it
  • luogocomune.net


shopping_468x60

DAL PANFILO ALLA CRISI (PARTE 3). Il governo Amato e la svendita dell’Italia alle banche.

La riunione gallegiante ha permesso agli anglo-americani di mettere le mani sul 48% delle aziende italiane, fra le quali c’erano anche delle private come la Buitoni, la Locatelli, la Negroni, la Ferrarelle, la Perugina, la Galbani, la Cirio e la Parmalat.
Il vecchio sistema economico-politico era finito. I nuovi padroni ne avevano instaurato uno nuovo. Nel giugno 1992 si insediò il governo di Giuliano Amato.

L’opera si concluse. Si trattava di un personaggio in armonia con gli speculatori che ambivano ad appropriarsi dell’Italia, uno di quelli che ci aveva appena posato il culo su quel panfilo

shopping_468x60

DAL PANFILO ALLA CRISI (PARTE 2). Le modalità del Sacco d’Italia

Sul Britannia, personaggi di destra e sinistra, per la prima volta nella storia d’Italia a braccetto, si piegarono all’unisono alle banche straniere. Svendettero la nostra sovranità, calpestarono la democrazia. Avvenne un vero e proprio smantellamento dello Stato imprenditore.
Secondo Antonella Randazzo, autrice del libro “Dittature. la storia occulta”, i principali artefici del Sacco d’Italia furono gli economisti Mario Draghi e Giulio Tremonti; l’allora presidente Iri, Romano Prodi; quello dell’Eni, Franco Barnabè; il dirigente dell’Eni Beniamino Andreatta e il dirigente dell’Iri Riccardo Galli. Furono loro i principali sostenitori della svendita dell’Italia alle banche straniere.

Mario Draghi.

Per far approvare la dismissione dei beni italici, agli amici del Britannia, serviva qualcosa di forte


 FONTI:
  • Antonella Randazzo. “Dittature. La Storia Occulta” (Edizione Il Nuovo Mondo, 2007).
  • La Repubblica , 27 maggio 1992.
  • La Repubblica , 28 maggio 1992.
  • La Repubblica , 10 giugno 1992.
  • La Repubblica , 23 giugno 1992.
  • La Repubblica , 23 giugno 1992.
  • La Repubblica , 25 giugno 1992.
  • La Repubblica , 27 maggio 1992.
  • La Repubblica , 11 agosto 1992.
  • La Repubblica , 5 settembre 1999.
  • L’Unità, 12 agosto 1992.Solidarietà, anno IV n. 1, febbraio 1996.
  • Servizio per le Informazioni e la Sicurezza Democratica , Rivista N. 4 gennaio-aprile 1996.
  • Solidarietà, anno 1, n. 1, ottobre 1993.
  • Esposto della Magistratura contro George Soros presentato dal Movimento Solidarietà al Procuratore della Repubblica di Milano il 27 ottobre 1995.
  • reti-invisibili.net
  • disinformazione.it
  • europeanphoenix.com/it
  • luogocomune.net


shopping_468x60

DAL PANFILIO ALLA CRISI (PARTE 1) - sunto della crisi italiana

Quando é che l’Italia é entrata in crisi? Come abbiamo fatto a trovarci pieni di debiti e soffocati dalle tasse?



Il tutto é iniziato il 2 giugno 1992, nei pressi di Civitavecchia, sul Britannia, il lussuosissimo panfilo della Regina Elisabetta. I più grandi banchieri anglo-americani lo affittarono a peso d’oro con lo scopo di avere un luogo sicuro in cui poter “chiacchierare” con gli italiani. Su quel panfilo l’Italia venne svenduta alle banche internazionali.
Lì venne decisa la scellerata privatizzazione dei principali beni dello Stato italiano.


shopping_468x60

Dopo Megavideo chiusi VideoWeed e BtJunkie

Prima Megavideo, poi VideoWeed, ora BtJunkie. Il messagio non può essere più chiaro di così: dite addio al file sharing.


La chiusura di BTJunkie è stato addirittura un volontario suicidio, probabilemente per evitare multe ed arresti già nell'aria, questo il messaggio lasciato in homepage:

Questa cari amici è la fine. Non è stata una decisione facile, ma alla fine abbiamo deciso di chiudere volontariamente. Abbiamo lottato per anni per il diritto di comunicare, adesso è tempo di guardare avanti. E’ stata una esperienza di vita, vi auguriamo il meglio  ... continua agoravox.it


shopping_468x60

La personal tv nasce sul web "Produttore di te stesso"


NEW YORK - La tv è moribonda. L'agonia avviene così in fretta che non ci sarà il tempo per celebrarne i funerali. Sta accadendo proprio qui in America, nel regno dei network, nella culla del "cable", delle news 24 ore su 24 e dei canali tutto-sport, dei reality, delle serie a puntate che hanno plasmato la cultura di massa nel mondo intero. Non si tratta solo del tramonto della tv "generalista" (archeologia industriale...), ma anche dei canali tematici, del satellite, dei "bouquet" per abbonati via cavo. Tutto ciò che chiamiamo "televisione", anche nei suoi formati e sviluppi più recenti, è in via di estinzione.   ... continua FEDERICO RAMPINI

Auto del futuro col pieno di alghe


Canna da zucchero, mais, e soia. Ogni spunto è buono per produrre carburanti alternativi ai derivati del petrolio.
Ma da qualche tempo si lavora - non senza difficoltà - a una materia prima alternativa, le alghe.
Le piante acquatiche sarebbero davvero l'ideale: per crescere non hanno bisogno di nulla di più dell'acqua in cui vivono e della luce del sole. Non hanno bisogno di concimi, fertilizzanti, né di cure particolari.
Le alghe sono anche organismi efficienti nella cattura dell'anidride carbonica, uno degli elementi gassosi responsabili del famigerato effetto serra  ... continua Maria Cristina Ricossa


Dal kelp, le alghe oceaniche, forse un nuovo biocarburante compatibile con l'ambiente. La ricerca - americana - è appena agli inizi.

La verde vola fino a 1,86 euro - 2/08/2012


Nuova raffica di rialzi per i prezzi dei carburanti. Secondo il monitoraggio di "Quotidiano energia", ci sono stati aumenti da parte di TotalErg, Tamoil e Ip, con la media nazionale della benzina in salita a 1,79 euro al litro, "con picchi record nelle aree del centro". Le punte sono oltre 1,86 euro per la verde e 1,76 euro per il diesel  ... continua

  ... continua  repubblica.it

In Vaticano le vittime della pedofilia "Insabbiarono e fecero male ad altri bimbi"

All'università gregoriana una riunione senza precedenti, presieduta dal cardinale americano Levada: vescovi, preti, religiosi e le testimonianze choc di chi è stato oggetto di molestie e abusi
di ORAZIO LA ROCCA



''Ho iniziato a guarire il giorno in cui il mio violentatore ha riconosciuto davanti al giudice la propria responsabilità e ha ammesso le sue colpe''. "Ci avevano assicurato che i casi di pedofilia nel clero era solo un problema americano. Ma si sbagliavano perché come si è visto è una vergogna mondiale". "Aiutare prima di tutto le vittime di quei sacerdoti che, col loro comportamento, hanno fatto loro tanto male, tradendo anche la Chiesa". Confessioni, solenni mea culpa, proponimenti, altrettanto solenni, per varare misure preventive affinché lo scandalo della pedofilia tra il clero non si ripeta mai piu'.  ... continua

MONTI VERSA 2,5 MILIARDI NELLE CASSE DELLA STANLEY MORGAN NEL SILENZIO PIU ASSOLUTO


Nel silenzio assoluto, il governo Monti ha fatto un bel regalo dell’Epifania alla Morgan Stanley: 2 miliardi e 567 milioni di euro sono stati dirottati dalle casse del Tesoro a quelle della banca newyorkese. Il tutto è avvenuto il 3 gennaio scorso, un mese fa, all’insaputa degli organi di informazione italiani, così attenti ai bunga bunga o ai party del premier uscente ma evidentemente poco propensi a occuparsi dell’attuale governo in carica. Sono stati gli stessi vertici della Morgan Stanley  ... continua stampalibera.com

Morto Antoni Tàpies, maestro della materia

La cultura e l’altre non solo spagnole ma europee perdono uno dei loro grandi riferimenti del Novecento. Antoni Tàpies è morto all’età di 88 anni a Barcellona. Era malato da tempo.



Pittore e scultore, illustratore ed autori di libri d’arte, Tàpies è stato una figura chiave dell’informale internazionale. Ha svolto un ruolo di ponte tra la cultura surrealista che ha caratterizzato la sua prima fase artistica, a stretto contatto con Picasso e Mirò, e le successive esperienze oggettuali che hanno indicato il cammino dell’arte povera.

Centrale nella sua opera il rapporto con la materia.

Poco incline a far rientrare la sua produzione sotto una singola corrente, nel 1973 diceva:
“Io sono stato catalogato nell’informalismo, ed è un’etichetta da cui non posso sbarazzarmi. E ciò mio malgrado, perché non ho mai firmato alcun manifesto in favore di qualsiasi movimento. Ma sono scritto nella storia come un informale”.


it.euronews.net
Biografia

Migliaia di metri cubi di rifiuti, materiali inquinanti e veleni di ogni tipo. Legambiente si costituirà parte civile nel processo sul naufragio del 13 gennaio


https://encrypted-tbn0.gstatic.com/
Immaginate per un momento la quantità di rifiuti che può produrre in un solo giorno una città di
quattromila persone, o un grosso quartiere di una metropoli. Aggiungete i beni personali di ogni abitante, e le sue provviste alimentari di tre settimane. Sotto la Costa Concordia c’è una città fantasma che ha gettato addosso alle preziose acque dell’isola del Giglio tutto quello che conteneva.
Le operazioni di svuotamento del carburante (2380 tonnellate) sono state rimandate a causa delle condizioni del tempo, e man mano che le ore passano il rischio di inquinamento marino aumenta inevitabilmente.
Le profondità marine nascondono sapientemente ai nostri occhi la gigantesca mole di materiale che da quasi venti giorni soffoca fauna e flora dell’Arcipelago Toscano.  ... continua dirittodicritica.com

Luogo meno corrotto del mondo? Nuova Zelanda. L'Italia nella classifica dei paesi più corrotti con Macedonia, Ghana e Samoa.

Luogo meno corrotto del mondo? Nuova Zelanda. Peggiore? Somalia e Corea del Nord. L'Italia nella classifica dei paesi più corrotti con Macedonia, Ghana e Samoa.


http://www.100viaggi.it
Nel 2011 l'indice di percezione della corruzione mostra che la frustrazione pubblica è ben fondata.it.paperblog.com
Nessuna regione o paese del mondo è immune dai danni della corruzione. L'indice utilizza una scala da 0-10 per misurare la corruzione percepita, con zero che rappresenta il paese altamente corrotto e 10 sta per molto pulito. Il rapporto, pubblicato questa settimana, è stato elaborato dall'organizzazione "Transparency International Independent".   ... continua





Wisława Szymborska

La grande poetessa e Premio Nobel Wislawa Szymborska, recentemente scomparsa, ha lasciato tracce indelebili della sua opera in tutto il mondo. Anche in Italia era considerata tra i più importanti esempi di alta letteratura e alta poesia, grazie anche all’opera di traduzione e approfondimento di Pietro Marchesani.



Molti autori nostrani la conoscono e fanno tesoro dei suoi lavori. Ed è così anche per uno come Fabio Volo, che in questo file audio datato 2009, preso da una puntata della trasmissione radiofonica Volo del mattino, legge Nulla in regalo, tutto in prestito, una toccante poesia dell’autrice polacca.





Ad alcuni piace la poesia

Ad alcuni piace la poesia
ad alcuni cioè non a tutti.
E neppure alla maggioranza ma alla minoranza.
Senza contare le scuole dove è un obbligo
e i poeti stessi
ce ne saranno forse due su mille.

Piace
mi piace anche la pasta in brodo,
piacciono i complimenti e il colore azzurro
piace una vecchia sciarpa
piace averla vinta
piace accarezzare un cane.

La poesia
ma cos’è mai la poesia?
Più d’una risposta incerta
è già stata data in proposito.
Ma io non lo so,
non lo so e mi aggrappo a questo
come alla salvezza di un corrimano.

  ... continua blog.panorama.it

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro


La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini. La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.

Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista al maggior esperto di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo:



  ... continua  http://thinktwice.com/secret.htm

ATTENZIONE: lo stesso programma criminale vale per le diffusioni periodiche delle epidemie influenzali !!!





Contro la crisi, Cameron apre solo agli immigrati coi soldi La misura del premier: Londra non accetterà più extracomunitari con un reddito inferiore ai 37 mila euro all'anno


«Ci serve gente che possa recare beneficio alla Gran Bretagna, non gente che vuole solo trarre beneficio dal Regno Unito». Con queste parole il governo Cameron ha annunciato una drastica stretta di freni all’immigrazione: d’ora in poi, potranno entrare solo stranieri extra-Unione Europea che siano in grado di guadagnare un minimo di 31.000 sterline all’anno, pari a 37.000 euro. Il piano è stato dato spiegato dal ministro dell’Immigrazione Damian Green, e si basa su un rapporto stilato da un Migration Advisory Committee (Mac) di tecnici stabilito dallo stesso governo per studiare il problema  ... continua Maurizio Stefanini

Inventa il sistema per risparmiare carburante Ma in Italia la sua idea non interessa

Il meccanico Leonardo Grieco ha messo a punto il Kinetic Drive System, che permette alle auto di dimezzare i consumi di carburante, abbattere le emissioni del 60 per cento e allungare la vita del motore dell’80 per cento. Il Kds, scartato dalle grandi case automobilistiche (tra cui la Fiat), viene montato in alcune carozzerie svizzere.
Si chiama Kinetic Drive System (Kds) e promette di dimezzare i consumi di carburante, abbattere le emissioni del 60 per cento e allungare la vita del motore dell’80 per cento. L’invenzione porta la firma di Leonardo Grieco, un meccanico di lungo corso di Saltrio (Varese), uno di quelli che si è “guadagnato i galloni in officina – come dice lui stesso -, in anni di lavoro”, sporcandosi le mani oltre ad usare la testa.


  ... continua informarexresistere.fr

cinque miliardi di persone piangono?






L'economista Serge Latouche a "Servizio Pubblico" ed a "Che tempo fa"



«Dove andiamo? Dritti contro un muro».
Serge Latouche ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa «Siamo a bordo di un bolide senza pilota, senza marcia indietro e senza freni, che sta andando a fracassarsi contro i limiti del pianeta»



Secondo l'economista Serge Latouche, I governi europei sono post democrazie dominate dai media e dalla finanza. Il social-liberismo in cui ci vogliono far credere è in realtà un ossimoro: il liberismo non è per niente sociale. La crisi potrebbe segnare la fine del capitalismo per come lo conosciamo, a vantaggio di una forma di fascismo che consenta ai ceti alti di mantenere il loro tenore di vita.

nocensura.com

babylon by bus



MegaKey e MegaBox: quello che nessuno vi ha detto sulla vicenda MegaUpload

A riportare i riflettori sull’ ormai deceduto MegaUpload è un osservazione che da poco sta girando nel web e che darebbe all’ intera vicenda un’ interpretazione interessante e diversa da quella fino ad oggi riportata.
Dopo il sequestro del portale di streaming e il conseguente arresto del famigerato “Kim Dot Com” una domanda è sorta spontanea: “perchè proprio MegaX?”. Di servizi simili a MegaVideo il Web ne è pieno, e soprattutto non è chiudendone uno che si ne evita l’ apertura di altri cento. La “chiave” del mistero allora va forse ricercata in un’ intervista a Kim Schmitz di TorrentFreak tenuta qualche mese fa:

“Abbiamo una soluzione chiamata Megakey che permetterà agli artisti di guadagnare anche nel caso di utenti che scaricano gratis
  ... continua 
nocensura.com


Twitter e la censura: consigli di lettura #TwitterBlackout

di Fabio Chiusi per festival internazionale del giornalismo
@valigiablu - riproduzione consigliata



Il 26 gennaio, con un post sul suo blog, Twitter ha annunciato un importante cambiamento nella gestione dei contenuti degli utenti. Contrariamente a quanto avvenuto finora, singoli tweet potranno infatti essere oscurati su base nazionale, se richiesto dalla legislazione locale, rimanendo tuttavia visibili nel resto del mondo.
Until now, the only way we could take account of those countries’ limits was to remove content globally.
  ... continua 


Kashmir - Led-Zeppelin



Twitter boycott? No, Let's trust it di Mohamed El Dahshan 
Why Twitter's new policy is helpful for free-speech advocates di Zeynep
SOPA, Twitter e le proteste sul web: verso una strategia della tensione digitale? di Giovanni Boccia Artieri


Accordi segreti con le multinazionali minacciano la libertà di espressione (e non solo)?

Puoi immaginare il tuo Internet service provider controllare tutto ciò che fai online? Puoi immaginare farmaci generici, che potrebbero salvare delle vite, messi al bando? Puoi immaginare semi che potrebbero nutrire migliaia di persone tenuti sotto controllo e trattenuti nel nome dei brevetti? Tutto questo diventerà realtà con ACTA. ACTA è l'accordo su commercio e anti-contraffazione. Mascherato da accordo commerciale
  ... continua 
Fabio Chiusi

Generale Pappalardo: "siamo in dittatura, la democrazia in Italia è finita"


"Amici,siamo in Dittatura,la Democrazia in Italia e' finita!" a dichiararlo, tramite il suo profilo Facebook, il Generale dei Carabinieri Antonio Pappalardo, che prosegue: "Roma - E' arrivato il divieto di manifestazione per il corteo di "Dignità sociale", che aveva annunciato per lunedì la sua marcia sulla Capitale.   ... continua nocensura.com

ACTA: la nuova minaccia a internet

La settimana scorsa 3 milioni di noi sono riusciti a respingere l'attacco americano a internet! Ma ora c'è una minaccia persino più grave, e il nostro movimento globale per la libertà di internet è l'arma migliore per annientarla.


ACTA, un trattato mondiale, darebbe il potere alle multinazionali di censurare internet. Dopo che è stato negoziato in segreto da un manipolo di paesi ricchi e poteri forti, ora potrebbe mettere in piedi un organismo nell'ombra per combattere le contraffazioni e che permetterebbe a interessi organizzati di controllare tutto quello che facciamo su internet, imponendo sanzioni che prevedono addirittura il carcere contro chi metterebbe in pericolo i loro affari.

500.000 firme:

http://www.avaaz.org/it/stop_acta/?vl

La scorsa settimana abbiamo visto in concreto la forza del nostro potere collettivo: quando milioni di noi hanno unito le forze per fermare gli Stati Uniti dall'adottare la legge sulla censura a internet, che avrebbe trafitto il cuore della rete. Abbiamo anche dimostrato al mondo quanto possono essere potenti le nostre voci. Uniamole ancora una volta per contrastare questo nuovo pericolo.

Con speranza e determinazione,

Dalia, Alice, Pascal, Emma, Ricken, Maria Paz e il resto del team di Avaaz

Più informazioni:

Pirateria, l'Unione europea firma ACTA: "Bavaglio al web e alla ricerca medica"
http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/01/26/news/pirateria_acta-28803676/

La Polonia marcia per il web libero: in 10.000 contro ACTA
http://www.giornalettismo.com/archives/193127/la-polonia-che-marcia-per-il-web-libero/

ACTA, inizia un'altra battaglia per la Rete
http://daily.wired.it/news/internet/2012/01/26/acta-censura-internet-copyright-sopa-16742.html

Accordi segreti minacciano la libertà di espressione (e non solo)
http://www.valigiablu.it/doc/607/accordi-segreti-con-le-multinazionali-minacciano-la-libert-di-espressione-e-non-solo.htm

Costruire con le proprie mani: paglia, terra cruda, progettazione con la permacultura


Per chi è appassionato di edilizia e ha sempre sognato di costruire da solo la propria casa, l’azienda agricola veneta La Boa propone una serie di diversi e particolari corsi.
Il loro obiettivo è insegnare ad utilizzare le balle di paglia, intonacare o fare i pavimenti con la terra cruda, nonché a fare progettazione con la permacultura  ... continua marraiafura.com

I pusher spacciano sul web Una pagina criptata offre cocaina, eroina e mitra. Ma risalire ai responsabili è un’impresa. Su "Silk road" si incontrano venditori e acquirenti

WASHINGTON - Su internet si può acquistare ormai di tutto, droga compresa. Non che si tratti di una grandissima novità, ma quello che permette di fare Silk Road in collaborazione con i bitcoin è qualcosa di assolutamente rivoluzionario.


Mercato della droga - Per capire di cosa stiamo parlando, bisognerebbe andare leggermente indietro nel tempo e cioè a febbraio, quando con il nome di Silk Road è comparso sul web un sito che può essere a buon diritto definito "il mercato nero della droga online". In America c'è addirittura chi lo paragona all'Amazon della droga e forse questo rende ancora meglio l'idea di quanto sia grosso l'affare. In ogni caso, pur essendo un supermarket, riuscire ad accedervi è molto più difficile rispetto ad esempio, proprio ad Amazon: per accedervi occorre scaricare un programmino che si chiama TOR (che ha la fondamentale caratteristica di non permettere la tracciabilità dei suoi utenti).   ... continua net1news.org
http://www.facebook.com/pages/Bitcoin-la-moneta-elettronica/226604020699879

Quando un uomo con un euro incontra un uomo con un’agenzia di rating

I giudizi delle agenzie di rating sono di nuovo sulle prime pagine dei giornali, con le più o meno buffe reazioni che anche questa volta ne sono seguite.
L’Italia, come altri Paesi dell’area euro, ha subito un nuovo taglio del rating, e adesso è BBB+ secondo S&P.
Vi rammento per l’ennesima volta che il rating esprime una probabilità di default: il rating BBB+ non fa dei BTP dei junk bond, perché è ancora un rating che determina strumenti di investimento, tuttavia secondo Standard&Poors il default dell’Italia è meno improbabile.

Le motivazioni di questa riduzione del rating sono interessanti perché c’è stato un interessante salto di livello: l’eventuale insolvenza dell’Italia potrebbe arrivare non più per ragioni di mala gestione interna, ma per un contesto generale di scollamento tra Paesi periferici e Paesi core all’interno dell’eurozona che accelererebbe un avvitamento finanziario.
Le conseguenze immediate di questo taglio di rating saranno: alcune vendite automatiche su BTP, specie i più lunghi, evidentemente scatteranno. A breve giro di posta arriveranno i tagli di rating delle banche di quei Paesi colpiti dal downrating. Con il solito effetto a palla di neve che si è già visto molte volte in passato e che ogni volta sembra nuovo.


continua su bimboalieno.altervista.org

Per chi non avesse colto la citazione cinematografica…

Pin It button on image hover